Home > Misteri procidani

Misteri procidani

Nei giorni scorsi la comunicazione da parte dell’associazione “Ragazzi dei Misteri” dell’avvio delle attività laboratoriali rivolte ai giovani. Due giorni fa pero’ lo stesso Presidente dell’associazione comunicava che le stesse attività venivano momentaneamente sospese, comprese quelle domenicali.
A tal proposito riceviamo e pubblichiamo una riflessione di Angelo D’Orio.
La comunicazione giunta al sito dell’oratorio don Salvatore Massa conteneva testualmente, per verità di cronaca, che la sospensione era a
” a causa degli ultimi accadimenti”. Viene spontaneo chiedere Quali sono?
Ho saputo, in giro quali sono gli “ultimi accadimenti” e ve li riporto come li ho sentiti: sembra che l’associazione “Tradizione e Cultura Mistetiale” abbia fatto valere le proprie ragioni come “dispositore” di stanze assegnate dal Comune ed abbia “messo” fuori tutte le attrezzature della prima associazione. Da qui, la protesta della seconda associazione e lo STOP di tutte le attività.
Successivamentw ho ricevuto due chiamate telefoniche in orario pranzo che mi ragguagliavano su un’altra versione e cioè: la richiesta di liberare i locali (assegnati alla seconda associazione) fatta alla prima più di venti giorni fà, alla quale non è stata data nessuna risposta dalla prima e che quindi hanno provveduto alla rimozione dei materiali presenti.
Precisa, via facebook Marco Ambrosino dell’associazione Ragazzi dei Misteri, sempre per verità di cronaca che “alla seconda associazione non sono stati affidati nessun locale, ma solo concesso di usufruire per un periodo di 40 giorni”.
Adesso, io come padre di due ragazzi che hanno sempre (da quando fanno i misteri) frequentato la prima associazione durante lunghi periodi, e che durante tutte le attività sono stati coivolti tanti i ragazzini, che hanno sempre avuto un”occhio” e preparato tante cose, adesso non lo potranno fare.
Domenica scorsa 6 novembre, mio figlio era sulla Terra Murata ed insieme ai ragazzi ed amici stavano iniziando a preparare (sotto la guida dei grandi) un lavoro, domani non lo potranno fare.
Non voglio entrare nel merito delle cose, ma quello che posso senza ombra di dubbio dire, è, che i ragazzi della prima associazione mi contattano, mi inviano messaggi, mi inviano mail, organizzano eventi e altro nel corso di tutto l’anno…..la prima non l’ho ancora sentita, ma questo non è importante per me ai fini della risoluzione del problema.
Adesso, io chiedo;
l’anno scorso sono stato presente ad alcune riunioni dove politici e responsabili delle due associazioni erano arrivati ad un compromesso e cioè che quest’anno si sarebbero unite le due associazioni e chi fosse stato eletto Presidente avrebbe avuto il consenso e sarebbero state seguite le direttive da tutti.
Quest’anno, non siamo nemmeno partiti e già siamo alle “strette”.
Come genitore, chiedo ai responsabili politici di fare chiarezza in tempi “strettissimi” affinchè questa “tradizione” che nel corso degli anno ha raggiunto notevoli picchi di “conoscenza” all’esterno, non debba diventare uno sterile ed inutile “battibecco”.
A mio figlio che mi chiede il perchè non debba andare alla Terra Murata, non so cosa e come rispondergli, “sai Cristiano a volte i grandi perdono di vista quello che è importante, come un sorriso di un bambino felice per appagare le proprie manie di grandezza.”
A tutti gli interessati, chiedo di fare un passo indietro, di porre come bene primario l’educazione dei nostri figli, la prosecuzione di una tradizione religiosa che dalla passione di Nostro Signore ci porti alla felicità del Signore risorto, deponete le “armi” della retorica, della guerra di “io sono, tu chi sei?”ed insieme trovate una soluzione pacifica e senza feriti.

Cap. Angelo D’Orio

Potrebbe interessarti

La Processione del Venerdì Santo diventi patrimonio dell’umanità

di Michele Romano Ancora una volta, il meglio di sé, l’isola di Arturo, lo offre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *