Home > mare > I nuovi pirati a Procida

I nuovi pirati a Procida

PROCIDA  – In quello che lui stesso indica come “un contributo dei Repubblicani all’Amministrazione di Procida: un suggerimento o una sollecitazione” l’ing. Elio Notarbartolo scrive: “La marina Chiaiolella è la spiaggia più importante di Procida, per grandezza e notorietà. Oggi il vento di scirocco a Levante ne ha diminuito notevolmente l’ampiezza. “Fa niente” dirà qualcuno, poi con l’alta marea la sabbia tornerà”.
Tornerà ,si, ma bisogna ricordare che prima dei lavori del ponte di Vivara, la spiaggia era molto più larga, ed era preceduta da orti e cannizze.  Oggi, domenica, sono in molti ad essere sbarcati a Procida per passare una bella giornata a sponda di mare. molti si sono diretti alla Chiaiolella, ma la spiaggia era fortemente ridotta. Quanti si sono dovuti accontentare di cercare un’altra sponda, perdendo almeno un’ora di relax? La Chiaiolella, l’oro di Procida , è un patrimonio che va difeso, prima che si perda del tutto. Non sappiamo se l’Amministrazione abbia, all’ordine del giorno, un tema simile, ma, se non ce l’ha ,lo deve porre. Come salvare e potenziare la Chiaiolella? Con il ripascimento della sabbia con il sistema di pompaggio? Con le scogliere a fior di mare, segnalate da opportune boe ai naviganti?
Con qualche altro dispositivo?
E’ un impegno che bisogna prendere subito, come hanno fatto tante località balneari più importanti e meno importanti di Procida. Il futuro si difende OGGI!”

Potrebbe interessarti

Procida: Al via analisi dei sedimenti del porto di Marina Grande

PROCIDA – L’Ufficio Circondariale Marittimo di Procida informa che dal giorno 25 settembre 2017 al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *