Home > procida > Pasqua è alle porte, tutti pronti con la pastiera

Pasqua è alle porte, tutti pronti con la pastiera

PROCIDA – Pasqua è alla porte e, dentro ogni casa di un procidano che si rispetti, insieme ai preparativi per la “Processione del Venerdì Santo” le massaie sono all’opera per preparare i dolci tipici della tradizione tra i quali non può mancare la pastiera. Per questo, con il supporto di Raffaella Brancaccio, titolare di “Un’isola di dolcezza”, vi riportiamo la sua ricetta della pastiera con grano secco.
per 500 gr di grano crudo si procede così per la cottura: lavare bene il grano sotto l’acqua corrente…lo si libera dalle impurità, dopo di che si mette in pentola con due lt di acqua, si porta a bollore, si abbassa la fiamma mantenendo un sobbollo dolce, fino a completa cottura del grano (in pratica si procede come per i legumi.. quando il chicco si sfalda è cotto)..da noi si dice “addà spappà” (ci vorrà un ora e mezza in media)..a questo punto con la pentola SPENTA, la si copre con una copertina: DEVE MANTENERE IL CALORE PER 24ORE. Passato questo tempo prendere il grano cotto e a manciate sciacquarlo, usando un colino….sciacquarlo bene per levargli quella “lippa”(gelatina)che nel frattempo si è formata….ora 500 gr di grano, da cotto, almeno triplicherà di peso…quindi si usa quello che serve il resto può essere comodamente congelato.

Per la pastiera poi prosegui così: pesa 500 gr di grano COTTO, lo mette in pentola con pari peso di latte(1\2 lt),+100 gr di burro, la buccia di un limone(che poi verrà eliminata)essenza di vaniglia (semini o essenza)mette sul fuoco con fiamma dolce ,fino a completo assorbimento dei liquidi.

A parte lavora 500 gr di ricotta freschissima,+ 500 gr di zucchero, a cui aggiungerà 1\2 lt di crema pasticcera. Proseguirà unendo insieme e gradualmente i due composti(ricotta-crema-grano cotto nel latte) aggiungendo 6-7 uova,  eliminando qualche chiara… fino ad ottenere un cremone di giusta consistenza (dipende anche dalla grandezza delle uova) a cui aggiungerà cedro ,scorzetta, neroly.

Potrebbe interessarti

Procida: Inaugurate le panchine letterarie

PROCIDA – Questa sera in occasione sella prima delle due serate finali della XXX edizione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *