Home > Procida. In pericolo la giostra dei bambini a Marina Grande

Procida. In pericolo la giostra dei bambini a Marina Grande

da www.tgischia.it –  Amministrare il territorio non è come giocare al monopoli. Lo denuncia la Confesercenti.
La giostrina che da anni staziona, con regolare autorizzazione, in una angolo di Piazza Marina Grande deve sloggiare. Se fosse confermata la notizia, denuncia il Presidente di Confesercenti Pierluigi Taliercio, ci troveremmo di fronte ad un vero e proprio sopruso perpetrato ai danni di chi lavora onestamente sul territorio isolano.
Decidere ad agosto inoltrato di rimuovere la giostrina – che da decenni rivitalizza la piazza, specie nel periodo invernale, portando allegria ai bambini – in quanto non rispondente alla vocazione turistica di Via Roma è un atto a dir poco scellerato e inquietante.
Se passasse questo principio, afferma il presidente della Confesercenti Procida, a breve la stessa fine potrebbero farla tutte quelle attività “non strettamente turistiche” insistenti nelle immediate vicinanze della giostrina ed in tutta Via Roma.
Come si può pretendere che nel pieno della stagione turistica il povero giostraio possa rimuovere i suoi macchinari e trasferirsi chissà dove! Non stiamo mica giocando a monopoli, qui sono in ballo aziende, certamente piccole, ma vere con persone vere, conclude amareggiato Taliercio. Sembra, comunque, che oltre 200 cittadini abbiano presentato al Comune di Procida una petizione per chiedere di soprassedere, almeno per quanto poco resta dell’estate 2010, alla decisione presa e consentire alla giostrina di continuare a lavorare anche perchè rappresentata una delle poche attività sul territorio isolano destinate al divertimento dei bambini.

URL breve: http://www.tgischia.it/wordpress/?p=342

Potrebbe interessarti

Federconsumatori Campania ha incontrato il Sindaco di Procida relativamente ai rimborsi dell’IVA applicata su TARSU – TIA

Martedì 24 aprile il Sindaco di Procida, Vincenzo Capezzuto ha incontrato il Presidente regionale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *