Home > procida > politica > Procida: intervista a Dino Ambrosino
dino ambrosino

Procida: intervista a Dino Ambrosino

dino ambrosino4Giovedì 26 marzo 2015 abbiamo intervistato Dino Ambrosino, candidato a Sindaco per il Comune di Procida con il partito di sinistra  La Procida che Vorrei. Dino Ambrosino ci ha spiegato la loro posizione nei confronti dell’altro gruppo di sinistra Adesso Procida dell’ex-vicesindaco De Candia.

Potrebbe interessarti

“Stelle su Procida”: Del Prete, Gragnaniello e Sannino in concerto in piazza Marina Grande

PROCIDA – Questa sera, nella suggestiva e spettacolare cornice di piazza Marina Grande, serata finale …

2 commenti

  1. Una cosa non mi è chiara: di che aperture e pregresso stiamo parlando? non è stato dato una risposta chiara, del perché non vuole De Candia e Compagni. ho sentito dire che non sono “conservatori” ma de che? con queste posizioni, credo che siete ultra conservatori. ad onor del vero so che per Dino non ci sarebbero veti neanche per DE CANDIA, ma la base che respinge la richiesta. quindi la sinistra per l’ennesima volta ha scelto di non vincere le elezioni e il nostro buon Dino si farà altri 5 anni di opposizione, dando un unico contributo a Procida: far fare il giro dell’isola ai suoi elettori. SVEGLIAAAA!!!

  2. E’ davvero difficile fare un commento o esprimere una opinione. E’ difficile perchè ogni volta che si ascolta un candidato a sindaco, si sente, oramai da anni sempre, la solita contrapposizione verso la persona, le idee e spesso la contrapposizione è alimentata da livori e personalismi, molte volte anche da promesse non mantenute.
    Io penso che per chiunque abbia l’ambizione di amministrare per i prossimi cinque anni l’Isola, debba solo dire una cosa: Cosa intende fare .
    Lo deve fare punto per punto con un’analisi attenta e logica, valutando solo il possibile e tralasciando le solite parole che sanno solo affabulare, oramai, solo quelli che ancora non hanno compreso il linguaggio vuoto e privo di contenuti dei politici o aspiranti tali di questi ultimi anni.
    Proposte fattibili sul tavolo, discussione aperta sono alla base di un corretto modo di fare politica e sono l’essenza del rinnovamento e della democrazia partecipativa.
    Per fare diventare realtà un grande sogno ( quello di cambiare in meglio Procida) il primo requisito è sognare, sognare cose concrete attuabili ben definite e realizzabili. Il secondo è la perseveranza nel sogno che si concretizzerà nel tempo applicandosi e lavorando sodo afficnchè si realizzi con quella perseveranza che è coerenza e dignità
    Sono certo che tutti i candidati a sindaco vorranno farci comprendere e spiegare il loro programma e sono certo che ognuno di loro avrà piacere di confrontarsi in un dibattito pubblico aperto alla cittadinanza. Per tale ragione colgo l’occasione per invitare tutti all’incontro pubblico che si terrà il giorno 19 aprile alle ore 10.30 nella Sala Consiliare dal titolo: Laboratorio di idee per il futuro di Procida.
    Cordialmente Luigi Finelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *