Home > disagi > cronaca > Procida: L’Alcione della SNAV va in avaria e blocca il porto

Procida: L’Alcione della SNAV va in avaria e blocca il porto

alcione1Il nostro Angelo D0rio ci propone il video del catamarano SNAV che stamane non ha effettuato la corsa delle 7.35  per problemi tecnici.  Tanti i pendolari che solitamente a quell’ora partono per la terraferma per recarsi al lavoro e che hanno dovuto ripiegare su un traghetto Caremar qualche ora dopo.

Sicuramente l’evento di stamattina non è imputabile in alcun modo alla Compagnia di Navigazione, né tanto meno all’equipaggio. Resta però sempre l’amaro in bocca per come vengono gestite le cose e per una scarsissima comunicazione. Quello che sempre abbiamo richiesto a gran forza è proprio l’informazione, dice Dorio, e  ormai non è più accettabile che ogni evento, qualsiasi esso sia, non preveda un piano adeguato di emergenza. Resta però il fatto che per raggiungere il posto di lavoro stamani ci sono volute ben 4 ore e mezza.

Il catamarano ha ripreso regolarmente la corsa alle 13:25

Potrebbe interessarti

Procida: Marina Corricella apre un nuovo ristorante dallo stile bohemienne

PROCIDA – “Il Pescatore” inizia la sua avventura gastronomica l’8 agosto 2018 nel pittoresco scenario …

12 commenti

  1. In situazioni del genere immagino il comandante del catamarano che, invece di gestire un avaria, scrive ed invia un messaggio al cap.Andor per informarlo dei ritardi che ne conseguiranno….Almeno negli articoli che pubblicheranno non potranno addebitare la mancata informazione. Solo chi non è mai andato per mare può pensare una cosa del genere!

    • come al solito caro seadiablo , probabilmente sei uno di quelli che non ha fatto mai il pendolare e non sai a che disagi si va incontro quanto salto un traghetto cosa che negli ultimo anni e’ aumentata vertiginosamente.
      quello che chiede cap andor e in genere tutti i pendolari e’ che ci sia un piano di emergenza in situazioni del genere e che LE AUTORITA’ COMPENTENTI , informino i pendolari ( e non li lascino brancolare nel buio ) di come ci si sta attrezzando per risolvere la situazione , magari informandoli che sara’ messo sulla linea un unita’ alternativa.
      Si chiede in pratica coordinazione e informazione tra utenti e societa’ di navigazione!!!

  2. Sig. Pippo, se si trattasse si una sospensione di corse o di un ritardo “programmato”, potrei essere d’accordo con Lei circa l’attuazione di un piano di emergenza e l’informativa ai passeggeri che siano essi occasionali o pendolari. Ma quando parliamo di un emergenza/avaria accaduta 5 minuti prima della prevista partenza e davanti agli occhi dei tanti che attendevano in banchina, quale piano emergenziale e quale informativa vogliamo attuare? E poi i piani emergenziali li si discutono nelle sedi regionali e sotto proposta dei nostri amministratori locali. E’ solo l’Amministrazione Regionale a poter stabilire quanto da voi richiesto. Concludendo e volendo essere concreti, quale piano di emergenza e quale informativa si sarebbe potuta attuare nel caso di specie? Sarebbe più utile un sano suggerimento che una critica spicciola.

    • Angelo D'Orio (Cap Andor)

      Egregio, mettici nome e cognome e poi ne parliamo…..

    • Già sembra molto “azzardato” la dicitura “quando si va per mare” (stiamo parlando di corsa tra procida e napoli , mica napoli boston) Bha! La verità è come dice d’orio. le compagnie se ne fregano dell’utenza e di fare informazione. e questo succede quotidianamente ad ogni problema, sia tecnico e sia dovuto al cattivo tempo. la verità e che manca una capacità decisionale e di gestione dei problemi mostrando la totale strafottenza nei confronti dei passeggeri.

  3. Come è facile scrivere in ano..nimato!!! ha ragione cap andor….bisogna informare non è possibile!!!! anche quando è un avaria che succede 5 minuti prima….e ancora…. la colpa è di questo, è di quello, anzi no!! di quell’altro…Bellissimo articolo……Cap Andor grande!!! non è vero che non è mai andato per mare!!! bugie….l è tutta colpa di seadiblo!!!
    ma fa’cit’m o’piacer!!!!!!!!!!!!

  4. Angelo D'Orio (Cap Andor)

    Comunque giusto per dare una risposta a quanti probabilmente ritengono giusto offendere nascondendosi dietro “fake”, nell’occasione io e altri presenti abbiamo sollecitato la Capitaneria dopo circa 30 minuti (quale organo competente) ad ordinare al gruppo ormeggiatori di Procida di dare assistenza al catamarano (in evidente stato di emergenza) ma ci è stato risposto che non era richiesto, (le operazioni commerciali del porto si sono “fermate” non permettendo l’entrata di altri vettori.) Nel testo è riportato che “non” viene imputato ne alla Compagnia di Navigazione ne in alcun modo all’equipaggio l’accaduto, al quale va tutta la nostra ammirazione per un servizio talvolta esercitato in condizioni dure . L’informazione richiesta (in questa e in tante altre occasioni) come accaduto tante volte (non so se il fake lavora!!!) quando siamo andati a chiederle nelle varie Capitanerie si sono dimostrate “vane”, quando siamo rimasti bloccati a Napoli per “varie” ed impossibilitati al rientro sono state “vane”. Le richieste vanno fatte presso gli enti citati dal “fake”, vero!!! Ma purtroppo, le nostre proposte non sono mai state ascoltate ne messe in atto e allora il Signor “fake” nella sua lunga carriera di “fake opinionista” vorrebbe farmi il libretto di navigazione cosi inizio a navigare?? e capire di piu!! e per chiudere vada ad informarsi di quello che accade oggi 31/03/2014 nelle corse della Snav del pomeriggio…..sospesa…..motivo??? informazione zero…..ma tanto Lei Signor “FAKE opionionista” già lo saprà!!!!!!! Cap Andor ( metta nome e Cognome) e prendiamoci un caffè ne parliamo democraticamente guardandoci …..come fanno gli uomini!!!no i quaquaraqua!!!!

  5. Ma la proposta per risolvere il problema quale sarebbe?

    • Angelo D'Orio (Cap Andor)

      E allora uagliò….sient a me!!!! se non sai leggere quanto scritto non è colpa mia……..e questa è l’ultima volta che ti “degno” di una mia risposta……

      • Caro Cap. Andor, così non arriverà da nessuna parte e di sicuro non risolverà alcun problema. Nella sua risposta ha spiegato che sarebbe utile una informativa all’utenza. Bene sacrosanto. ma non è certo questa la soluzione al problema. Io chiedevo quale fosse la sua idea di piano di emergenza quando si verifica un “disservizio” di qualsiasi vettore.
        Volendo poi rispondere ai suoi post, vorrei ricordarle che ogni persona che decide di postare commenti su di un qualsiasi blog, deve accettare che qualcuno la pensi diversamente che sia esso un fake come Cap. Andor o una persona in carne ed ossa come il sig. Dorio. Non di certo si può invitare ognuno a guardarsi negli occh!!!! iNon mi sembra democratico affermare che non si voglia “degnare???” una persona di una risposta.
        Infine io fino ad oggi avrò postato massimo 10 post, quindi darmi l’appellativo di opinionista mi sembra eccessivo.

    • Ma qualcuno ha mai sentito parlare di smartphone? ci fosse stata na compagnia che abbia pensato di creare un app per poter avvisare i passeggeri, per qualsiasi emergenza che nasca e per qualsiasi motivo. manco a parlarne, e questo la dica lunga sul rispetto dei passeggeri. E non ci vuole certo il comandante o il direttore per informare i passeggeri. basterebbe pure il piu fesso dellla compagnia per scrivere due parole e avvisare i passeggeri. bha!

  6. Giancarlo Di Marco

    se avessero dei mezzi decenti quando si rompe qualcosa scoprirebbero anche che cosa e rotto e in tempi non troppo lunghi, ma visto per portano in giro dei veri rottami quando si rompe qualcosa non sanno dove cominciare a cercare e sperano in una piccolezza perche se no e la fine………….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *