Procida. L'Associazione Chiaiolella Borgo Marinaro e il "PROGETTO LINO – Modelli e stili di una volta rivisti alla luce di oggi"

Nel caratteristico Cortile di Zi Curato, Carla Gentile, Elisabetta Montaldo e Maria Iovine (presidente dell’ associazione), in compagnia delle Grazielle 2010, hanno regalato al numeroso pubblico presente La Magia del Lino con il “PROGETTO LINO – MODELLI E STILI DI UNA VOLTA RIVISTI ALLA LUCE DI OGGI” (iniziativa dell’associazione Chiaiolella Borgo Marinaro). II lino é la più antica e preziosa tra le fibre tessili, era largamente coltivata dalle antiche popolazioni del Medio Oriente. La produzione, la trasformazione e gli usi del lino sono storicamente documentati e nelle antiche civiltà simboleggiava la purezza divina. Il lino raggiunse la massima diffusione in Europa nel Medioevo attorno al 1300. Il lino è ancora oggi considerato una fibra naturale di qualità superiore. Le artigiane della Chiaiolella, membri dell’ associazione Chiaiolella Borgo Marinaro, insieme alla costumista Elisabetta Montaldo, hanno preparato per l’ occasione splendidi abiti in lino, ricamati con maestria, accompagnati da gioielli confezionati a mano con pizzi in uncinetto, pietre e metalli. Una serata avvolta da una magica atmosfera, dove, ancora una volta, la creatività locale ci sorprende e ci conquista. Bellissime le Grazielle, vestite per l’ occasione da Elisabetta Montaldo, che ha saputo combinare l’ antico e il moderno, abbinando semplici accessori alle tradizionali camice di lino procidane. Le ragazze, fresche ma eleganti, hanno sfilato tra gli applausi del pubblico. Prima di inaugurare l’ esposizione proposta dall’ Associazione Chiaiolella Borgo Marinaro, si sono esibite quattro artiste locali, in una pizzica da loro stesse coreografata per l’occasione.

I modelli saranno esposti nella sala di S. Giuseppe la sera dal 19 al 22 agosto.

Potrebbe interessarti

Al via il concorso artistico: “Procida com’era, com’è…come la vorrei”

Nell’ambito delle manifestazioni ed eventi che il Santuario di San Giuseppe a Chiaolella,  promuove a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.