Home > procida > Procida: Le “generose” banche procidane.

Procida: Le “generose” banche procidane.

francesco-marinodi Francesco Marino

Dalla stampa internazionale apprendiamo che il Sindaco di New York, plurimiliardario, ha donato ad una università americana trecentocinquanta milioni di dollari.

In Italia impazza la polemica sul Monte dei Paschi di Siena che, in grosse difficoltà, galleggia con una forte iniezione di Tremonti (non Monti) bond. Il “Monte”, pensate, foraggiava la politica senza distinzione di schieramento, perfino gli addobbi della città.

A Procida, attualmente su di un territorio che conta circa undicimila residenti, ci sono tre banche. Per anni, in modo particolare il Banco di Napoli (oggi Imi San Paolo) dell’epoca Ventriglia, e poi CREDEM e Banca Popolare di Torre del Greco, hanno avuto i forzieri pieni, cosa dovuta alle reversali dei marittimi, gli stessi che oggi sono maltrattati e vilipesi a tutti i livelli, ad iniziare dall’INPS, la peggiore nemica.

Ebbene mai queste banche, al di là di qualche spicciolo, hanno sentito il dovere di restituire ai generosi e sprovveduti procidani sponsorizzazioni degno di questo nome.

Ora la squadra di calcio del Procida, che miracolosamente si batte nel campionato d’eccellenza, è con l’acqua alla gola ed allora: le “tre sorelle” perché non mettono a bilancio centomila euro per sponsorizzarla?

La cosa, oltre l’aspetto pubblicitario, permetterebbe ai nostri giovani calciatori una vita sportiva più serena. Certo, a Procida, abbiamo poca o nulla da dare in cambio, a differenza di realtà a noi vicine, ma i portafogli dei procidani già hanno dato. Restituite all’isola qualche spicciolo.

Potrebbe interessarti

“Stelle su Procida”: Del Prete, Gragnaniello e Sannino in concerto in piazza Marina Grande

PROCIDA – Questa sera, nella suggestiva e spettacolare cornice di piazza Marina Grande, serata finale …

2 commenti

  1. giovanni costagliola

    Ma non si potrebbe chiedere alle tre banche di destinare qualche risorsa a qualcos’altro?
    Ad esempio la scuola, oppure alla manutenzione delle strade?

  2. Domenico Bibita

    Caro Sig Marino
    quando lei navigava erano altri tempi (tempi D’ORO),ora chi naviga si deve sentire dire dalle banche che il mutuo non lo possono dare.
    Ha capito cosa mi sono dovuto sentir dire ?
    Lei pensa che le banche possano mettere in bilancio 100mila per il calcio procida ?
    Io non penso proprio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *