Home > disagi > Procida: Storia di ordinaria STRAFOTTENZA.

Procida: Storia di ordinaria STRAFOTTENZA.

Quella che raccontiamo questa mattina è, purtroppo, una storia vera il cui protagonista è il capogruppo di “Insieme per Procida” Dino Ambrosino. Rimarchiamo questo particolare in quanto, come leggerete dai fatti, non tutti hanno voce per poter veder risolti piccoli e grandi soprusi che quotidianamente si affacciano all’uscio della finestra di ognuno di noi. Questioni che si potrebbero risolvere con il “buon senso” ma che invece …
Verso le 18.00 di oggi pomeriggio sono a casa sul mio letto quando avverto un odore acre di fumo e di plastica bruciata. Contemporaneamente arriva mia moglie che mi dice che un fumo intenso, proveniente dalla proprietà vicina, ha invaso il nostro giardino e la nostra casa. Facciamo uscire i bambini, e siccome non e’ la prima volta che succede questa cosa, decidiamo di chiamare i vigili. Alla prima chiamata di mia moglie in ufficio risponde un responsabile asserendo di essere molto occupato. Mia moglie dice che avrebbe chiamato dopo cinque minuti. Trascorso questo tempo, alla stesso numero del Comune di Procida non risponde più nessuno. Nel frattempo ci procuriamo il numero privato del responsabile e mia moglie riesce a parlargli esponendo la faccenda. In risposta il responsabile dice che non hanno il personale per intervenire e così si interrompe la conversazione. Inutile dire che i successivi tentativi di chiamata sono risultati vani.
A quel punto dico di chiamare il Sindaco e di raccontare il problema. Dopo poco tempo arrivano a casa i vigili che verificano la presenza del fumo intenso. Mia moglie denuncia che il fuoco e’ stato acceso nella proprietà vicina ed i vigili vanno al cancello per chiamare il proprietario. Questo non risponde in quanto aveva acceso il fuoco ed era andato via. A questo punto mia moglie insiste per chiamare a casa il proprietario o entrare nel giardino per accertare il fatto.
Di tutta risposta i vigili si rifiutano asserendo di temere una eventuale denuncia e di aver fatto prendere una cattiva abitudine ai procidani che chiamano sempre loro e non le altre forze dell’ordine.
La faccenda si chiude con i vigili che si ritirano e la mia casa e’ ancora invasa dal fumo.
Ora mi domando: con il fuoco incustodito non c’era il rischio che questo si propagasse tutt’intorno? E se l’autore di un reato non si trova a casa le forze dell’ordine desistono dal perseguirlo?
E, ancora più grave, per ottenere un intervento dobbiamo chiamare il Sindaco?
Questi comportamenti, come tanti altri di cui sentiamo parlare, sono assolutamente inaccettabili. Secondo me dobbiamo far sentire a questa gente che i cittadini contribuenti non sono più disposti a tollerare tanta strafottenza. Dino Ambrosino”

Potrebbe interessarti

Settimana calda per la politica procidana tra Consiglio Comunale e nomine

PROCIDA – Il presidente del Consiglio Comunale Antonio Intartaglia ha convocato per giorno 13 agosto …

4 commenti

  1. *Comprendo La problematica e la richiesta di intervento: ma non è chiaro : Quando si legge “Vigili” sarebbe opportuno specificarne il corpo, poichè i Vigili del fuoco certo non avrebbero lasciato il luogo senza spegnere l’incendio(vi era o vi era stato)? Mentre è da aggiungere che la Polizia Urbana provvede ad altri compiti istituzionali. Ergo, se i vicini sono “Fastidiosi” ci si rivolge nel caso di Procida ai Carabinieri.Ancora il Sig.Dino Ambrosino che parte recita in tutto questo?Chiudo complimentandomi con il Sig:sindaco V. Capezzuto per essere comunque intervenuto, in altre cittadine non credo che ciò accade

  2. *

    Caro Dino,

    con tutto il cuore “ma credi ancora alle favole”? wakeup 🙂

    thats why perdiamo sempre? auguri.

  3. *Caro Sannino, il testo della denuncia  effettivamente ha un carattere informale, non e’ specificato quale corpo di vigilanza ho interpellato. Ma con un po’ di intuito ci si arriva, perche’ a Procida non ci sono i vigili del fuoco  e perche’ l’unico corpo di vigilanza che staziona al Comune sono proprio i VVUU. 

    Riguardo ai compiti istituzionali, sono curioso di conoscere quali lei intende: rientra, tra gli altri, quello di utilizzare gli autobus elettrici del Comune per accompagnare le squadre di calcio al campo sportivo?

    Del resto, se lei e’ una persona informata, dovrebbe sapere che la Polizia Municipale e’ tenuta a far rispettare tutte le ordinanze in vigore, compresa quella che vieta l’accensione di fuochi. 

  4. caro Dino, quello che hai scritto non risponde a  verità, chiedi a tua moglie……………. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *