Home > disagi > Procida: Vai al mare per via Campi Inglesi? Per te l’arresto immediato!

Procida: Vai al mare per via Campi Inglesi? Per te l’arresto immediato!

campi inglesi cartelloQuesta estate 2013 verrà ricordata da tutti come l’estate nera poiché a fine luglio non c’è ancora nessun segno di decollo del turismo. Da una parte la crisi come non si era mai vista, dall’altra il meteo che, mai come quest’anno, ci sta riservando temporali e temperature fresche al punto che qualche celebre meteorologo d’oltralpe ha sentenziato: “non ci sarà Estate”. L’ultima sorpresa ci giunge dalla Regione Campania che, proprio in questi giorni, ha affisso un cartello segnaletico sui cancelli di Via Campi Inglesi che recita testualmente: “Area Demaniale – Divieto di accesso, I trasgressori saranno perseguiti a norma di Legge. In casi specifici è previsto l’arresto immediato ed il processo per direttissima“. In pratica si rischia più ad andare al mare per quella pubblica strada che rubare dalle casse dello Stato qualche milione di euro con scontrini e fatture false.
cartello campi inglesiE così tanti procidani e turisti che da tempo immemore utilizzavano la stradina pubblica per recarsi alla spiaggia di Ciraccio, sono costretti ad allungare il loro cammino per qualche Km. Tuttavia nelle stanze dei bottoni del Comune di Procida, proprio ieri durante la visita dell’on. Martusciello, Assessore Attività Produttive Regione Campania, giunto sull’Isola di Arturo per mostrare le opportunità per gli artigiani, commercianti ed imprese locali, l’assessore del Comune di Procida Enrico Scotto di Carlo ha mostrato tutto il suo disappunto per l’infelice decisione della Regione Campania di chiudere il varco alla spiaggia. Così il rappresentante regionale ha subito chiamato i responsabili per chiedere lumi sulla vicenda. Gli stessi hanno risposto che il cartello è stato posto a salvaguardia dell’incolumità pubblica poiché la strada viene ritenuta pericolosa. Da quello che si può vedere dalle foto siamo di fronte ad una stradina di campagna con tanto verde sui bordi e l’unico pericolo potrebbe essere rappresentato dall’incontro di qualche lucertola oppure essere “colpiti da una foglia”. Raggiunto telefonicamente, l’assessore Scotto di Carlo ci ha rassicurati che entro la data odierna la Regione Campania si è impegnata alla campi inglesi all+1soluzione del problema. Speriamo bene.

Potrebbe interessarti

Il Mistero di S. Margherita, omaggio a Procida – ISS Caracciolo – G. da Procida

PROCIDA – Si è chiusa la prima fase del concorso “A scuola di Cinema, Raccontando …

10 commenti

  1. Ciao mi chiamo rita ed abito oltre quel cancello a via campo inglese e vorrei precisare alcune cose:in primis non e’ un suolo pubblico infatti io x arrovare a casa mia pago una concessione annuale alla regione campania da oltra 40 anni.per la stradina immersa nel verde chi scrive mi sa che da molto tempo non percorre quella strada perche e un lontano ricordo la famosa parula irrigata dall acqua sorgova ef o contadini che vi abitavano li….oggi ci sono alberi pericolanti e rami nei pali della luce…la stessq luce che illumina la mia casa e d inverno credetemi preghiamo che nn.succeda qualcosa.lasciando stare che ahime alcuni turisti ed alcuni procidani in quella stradina lasciano rifiuti e sacchetti che ovviamente tocca a noi pulire perche nn essemdo proprieta comunale li spazzini nn.vengono. Con tutto rispetto prima di scrivere….informatevi bene dei fatti dovrebbe essere un sano principio di chi fa giornalismo

    • Carissima Rita,
      il nostro modo di fare giornalismo è, come vedi, “aperto” a tutti. Così in tempo reale, hai avuto l’opportunità di segnalare il tuo punto di vista arricchendo la discussione con nuovi elementi.
      Senza voler affatto polemizzare, probabilmente ti riferisci al giornalismo tipico della “carta stampata” dove risulta, per ovvi motivi, quasi impossibile una replica. Non è il caso de “Il Procidano”.
      Evidentemente dalle tue parole si capisce che vivi in prima persona il disagio e che, con molta probabilità, l’avrai segnalato in passato alle Autorità competenti.

      Ti ringrazio personalmente per l’intervento e ti saluto.

  2. Altro che disappunto!

    L’A. C. dovrebbe vergognarsi di non essersi adoperata presso la Regione Campania di ,non dico ” risolvere “,ma ,per lo meno, accordarsi per ” una soluzione provvisoria”

    Non dico che sono contento che sia stato messo un cancello ,perchè ciò penalizza pesantemente un accesso alla spiaggia usufruito da tempi lontani,da procidani e forestieri,e che è funzionale a un vasto territorio comprendente via G.da Procida,via Cavone,via Belvedere,via Campo inglesi.

    Ma una ” regolata ” bisogna pur darla.

    L’accesso a Ciraccio da via C. Inglesi è assolutamente ” impraticabile “,pericolosissimo, sporchissimo,e ” indegno ” per un’isola che dovrebbe avere vocazione turistica.

    Al posto di ” pavoneggiarsi ” con il ” Premio Elsa Morante ” l’ass.re S. di Carlo e l’Amministrazione tutta,facciano ” cose concrete”,che servono alla cittadinanza, alle imprese (i stabilimenti balneari,ai ” forestieri ” ,che spendono l’ira di Dio per farsi una vacanza tranquilla e senza problemi di accesso alle spiaggie,e hanno il ” diritto sacrosanto ” di camminare senza inciampare o cadere, e hanno diritto di trovarsi in luoghi ” puliti e sani “.

    • Hai ragione….io sono una persona fin troppo educata x rispondere chiaramente quel che penso.posso solo.dire che il.dott.scotto di carlo conosce bene la situazione in quanto la sua famiglia da sempre va a mare a ciraccio…a buon intenditore poche parole

  3. Non me ne voglia nessuno

    ma una considerazione voglio farlo : ” logicamente ,se l’accesso alla spiaggia deve essere chiuso,perchè è della competenza esclusiva della Regione,e non di altri…..,io spero che deve essere negato a tutti,nessuno escluso,quindi anche agli affittuari…

  4. PEPPE MARCHETTI

    Signora Rita, mi dispiace, ma ringrazi lei ed altri abitanti della zona che l’A.C. non abbia fatto nulla, altrimenti come prima cosa era di sgomberarvi tutti, vista la situazione di pericolo che sussiste. Ringrazi il dottor scotto di carlo che da galantuomo qual e’ non vi ha sbattuto tutti per la strada. un saluto PM

  5. Si fa presto a dire

    come una postante ha detto che si deve chiudere l’accesso e alcuni procidani sporcano.

    se non sbaglio c’e stato ” abusivismo edilizio ” in quella zona ” demaniale”

    e allora….. di che parliamo…..!!!

  6. Incredibile!!!
    dagli interventi precedenti (Marchetti) bisognerebbe ANCHE ringraziarla l’AC per non aver fatto nulla come da testuali parole:
    “come prima cosa era di sgomberarvi tutti, vista la situazione di pericolo che sussiste”.
    Un’Amministrazione Comunale, che con una situazione di pericolo in atto NON FA NULLA!!!!!!!! E BISOGNA PURE RINGRAZIARLA!!!!
    COMPLIMENTI!!
    Nemmeno nel regno delle banane puo’ esistere una situazione del genere!
    Meno male che non è stato scritto da un Amministratore;
    Comunque speriamo che il blog sia seguito anche da chi è incaricato a salvaguardare la salute pubblica!!!
    Quanto scritto sarebbe una valida testimonianza per una denuncia per omissioni d’ufficio.
    F.Scotto

  7. mi dispiace ma non c’è stato nessun abuso il problema è ben altro….e scusatemi devono sbattermi fuori da casa mia?io abito li non sono tra gli affittuari del terreno e preciso che pago REGOLARMENTE per entrare a casa mia.

  8. Ma non devono sbattere fuori proprio nessuno.
    L’intervento era provocatorio contro qualcuno che interviene dicendoti di farti un piacere su una cosa che ti tocca per diritto .
    Perchè se dice che la zona e’ gravata da pericolo, e tu AC non fai il tuo dovere non hai fatto un piacere a nessuno!
    se la zona non ha nessun pericolo ma te lo sei inventato, caro AC nemmeno hai fatto un piacere a nessuno!
    Quindi caro AC, abbi bontà! stai zitto!
    E per quanto mi riguarda non intendo assolutamente l’Ass. Scotto di Carlo e ci tengo a dirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *