Procida: Vittoria che sa di salvezza

Stasia battuto per 3-1. Ospiti chiudono la gara in nove uomini.

Hanno un solo risultato a disposizione gli isolani per chiudere anticipatamente il discorso salvezza: la vittoria, vittoria arriva al termine di 90’ di assoluto dominio biancorosso con ospiti andati a segno nell’unica occasione creata.

Il Procida parte col piede premuto sull’acceleratore e già al 6’ è pericoloso Mazzeo con una rovesciata che viene parata facilmente da Russo. Gli isolani premono e passano al 20’ con Micallo: corner dalla sinistra, scambio Russo – Maddaluno  con Russo che crossa verso Mazzeo che effettua una torre per Micallo, il quale stoppa e fredda il portiere per l’1-0. I biancorossi non paghi del vantaggio continuano ad attaccare alla ricerca della rete che consentirebbe di chiudere i conti.

Al 28’ Del Gaudio prende palla nella propria tre quarti e si invola in azione personale servendo Carabellese che calcia male, la palla carambola sui piedi di Mazzeo che segna ma in fuorigioco. Al 38’ cross errato di Intartaglia; la traiettoria inganna il portiere ospite e si stampa sul palo e va da Mazzeo che spara alle stelle seppur ben coordinato. Il Procida domina, ma alla prima occasione viene punito: al 41’ Leone sfrutta un errato posizionamento della linea  difensiva locale e beffa Capece –in uscita disperata- con un preciso pallonetto che vale la rete dell’1-1.

L’episodio che cambia il corso della gara arriva al 12’ della ripresa: Orefice scalcia Riccio e viene espulso dal direttore di gara. I padroni di casa, già in perenne proiezione offensiva, accentuano ancor di più il loro predominio. Al 20’ trovano di nuovo il vantaggio, ancora su calcio d’angolo. Lo schema è lo stesso, solo che l’ultimo tocco è di uno sfortunato difensore dello Stasia che serve una palla d’oro a Mazzeo ed è 2-1. Mazzeo potrebbe portare a 3 il numero delle segnature isolane se solo fosse stato meno precipitoso nel calciare verso la porta dopo aver caparbiamente recuperato un pallone sul lato corto dell’area; si rifà quattro minuti dopo scattando sul filo del fuorigioco e servendo un assist a Palumbo che il difensore isolano –schierato per l’occasione ala destra- non può fallire. Ospiti, nel frattempo rimasti in nove, vedono arrivare gli attaccanti isolani da ogni dove. Al 31’ Russo a tu per tu col portiere, suo omonimo, lo dribbla e colpisce il palo da posizione defilata. In 11-9 la partita è pressoché finita. Si attende solo il triplice fischio che arriva dopo 4’ di recupero.

Isolani che raggiungono quota 37 punti a +5 dall’ultimo posto “utile” per disputare i playout.

Pagelle

Capece 6 Quest’oggi non è costretto a nessuna parata salva risultato. Menomale.

Sabia 6 Partita ordinata e senza sbavature.

Franco 6 Sembrava lui l’ultimo difensore a tenere in gioco Aprea, anche se nel complesso non demerita

Riccio 6. Alla consueta di partita di rottura si assomma anche qualche inedito preziosismo

Micallo 7 Di un’altra categoria. E si vede

Carabellese 6 Partita di quantità, qualche imprecisione di troppo,

Maddaluno 6.5. Sempre in appoggio sulla sinistra.

Del Gaudio 7 Citarelli lo ha reimpostato difensore centrale e dopo le prime titubanze ne sta nascendo un leader difensivo con miglioramenti a vista d’occhio

Russo 6.5 I suoi cross mettono sempre in apprensione la difesa ospite, tant’è che sono venuti i due gol, ma sbaglia una rete già fatta che sarebbe stata la ciliegina sulla torta.

Intartaglia 6 Una folata di vento favorevole gli stava regalando una rete fortunosa. Solita partita di cuore e leadership da capitano.

Mazzeo 8 Il più criticato della truppa per le tante reti sbagliate. Anche oggi se ne mangia uno facile. Ma il tabellino segna una rete e 2 assist.

Malgieri 6 Entra all’inizio della ripresa ma poco dopo lo Stasia rimane in 10 e per lui la partita diventa una passeggiata.

Palumbo 6.5 Entra nell’insolita posizione di ala sinistra. Sembra un pesce fuor d’acqua, però segna la rete che dà la tranquillità agli uomini di Citarelli.

Quaranta sv

Citarelli 7 Il Procida entra determinato a vincere e gioca una partita imponente. Il merito non può che non essere suo e, l’invenzione Del Gaudio centrale di difesa merita una citazione.

Procida – Stasia 3-1

PROCIDA: Capece, Sabia, Franco, Riccio (13’st Palumbo), Micallo (3’st Malgieri), Carabellese (32’st Quaranta), Maddaluno, Del Gaudio, Russo, Intartaglia, Mazzeo. A disp. Fiorillo, Costagliola, Falanga, Esposito. All. Citarelli.

STASIA: Russo, Aprea, Giannino (22’pt Esposito), D’Andrea (37’st Capasso), Aliperta, Leone, Barbati (21’st Ferrara), Guarini, Nucci, Chietti, Orefice. A disp. Caccia, Cantone, Boemio, Di Costanzo, Ferrara. All. Massaro.

ARBITRO: Marazia di Nocera Inferiore.

MARCATORI: 19’pt Micallo, 41’pt Leone (S), 18’st Mazzeo, 28’st Palumbo.

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti Riccio,  Carabellese, Franco (P) e D’Andrea (S). Espulsi Orefice al 12’st e Aliperta 27 st per doppia ammonizione.

Potrebbe interessarti

306211 procida calcio

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.