Un nostro contributo al risveglio delle coscienze democratiche

COMUNICATO STAMPA

Il Coordinamento dei Liberali, Repubblicani e Laici, nel riprendere l’attività dopo la pausa estiva, richiama il mondo della cultura liberale a ribadire la sua presenza critica e propositiva, nell’ambito del territorio napoletano e nazionale.

Le elezioni amministrative e il referendum non sono stati il segno del caso.

Sono il segno di una profonda presa di coscienza popolare dell’insufficienza della classe politica al potere, di destra o di sinistra che sia, dell’inaccettabilità del saccheggio e del latrocinio di ogni bene pubblico, del pericolo sociale che la costante offesa delle istituzioni pubbliche comporta.

Il tutto è avvenuto senza che nessuno si sia potuto appropriare del risultato, che è stato spontaneo, collettivo e quindi senza nessun padre.

La lezione televisiva di Saviano e il richiamo all’Inno nazionale di Benigni hanno reso più profondo questo risveglio delle coscienze e qualcosa sicuramente ci ha messo anche il cantautore Vecchioni con la canzone che ha vinto il Festival di Sanremo.

Ora ci deve saper mettere qualcosa anche il Coordinamento di Liberali, Repubblicani e Laici che, finora, ha saputo indicare le scelte giuste sia sul piano amministrativo che su quello referendario e che non si dovrà sottrarre alla funzione di mantenere sveglie le coscienze contrastando, per quel che può, il lavoro di assopimento del senso della democrazia che il Berlusconismo e i suoi dintorni vogliono ottenere.

Dobbiamo sfidare queste forze e insistere sul concetto di Stati Uniti di Europa, sull’impegno contro le mafie, le caste e i papponi di Stato in genere, sulla difesa e il potenziamento della scuola pubblica, sulla richiesta di sostegno alle attività produttive di cui il Governo continua a dimenticarsi, se approva, come ha fatto, una manovra che si ostina anche a non voler toccare i grossi patrimoni.

A Napoli continueremo ad appoggiare De Magistris, per i primi risultati che si sono già ottenuti sul problema dei rifiuti urbani e per l’apertura di 6 nuovi asili nido, che, come ricordato, rappresentano uno dei punti della nostra richiesta alle Autorità comunali.

Attribuiamo a lui, ma anche a Stefano Caldoro il risultato di coinvolgere Napoli nello sviluppo connesso con la sua candidatura vincente quale sede di tappa della Coppa America.

La Coppa America a Napoli assicurerà sviluppo turistico e artigianale alla città.

Sicuramente grande preoccupazione dovremo invece continuare a prestare per i temi della Sanità e dell’Assistenza che la Regione ha davanti.

Napoli e tutto il territorio del Sud deve tornare a pretendere le sue ragioni e i suoi diritti a testa alta non attraverso l’umiliante strada del clientelismo.

Ci sono già i segnali.

Non perdiamo questa occasione.

Per il Coordinamento dei Liberali,

Repubblicani e Laici

ing. Elio Notarbartolo

P.s.: La rivista “Il Confronto”, che per il momento diffonde solo 1000 copie a Napoli, è aperta alla collaborazione di quanto ritengono si debba valorizzare il patrimonio e le risorse umane di un territorio ricco di eccellenze quale quello di Napoli e della Campania.

confronto@hotmail.it

Potrebbe interessarti

Procida: Convocato il Consiglio Comunale per il 26 e 27 Aprile

Il Presidente del Civico Consesso del Comune di Procida, On. Luigi Muro, ha convocato per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *