Home > Ambiente > Guardia Costiera: Vigilanza ambientale nel Regno di Nettuno

Guardia Costiera: Vigilanza ambientale nel Regno di Nettuno

PROCIDA – Si è conclusa nella mattinata di ieri l’attività di vigilanza ambientale nell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” a cura del personale del Laboratorio Ambientale Mobile (L.A.M.) del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

Tale attività si inserisce nel contesto di una più generale pianificazione di intervento nazionale nelle Aree Marine Protette istituite, formalizzata dalla stipula di una specifica convenzione tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

L’attività di campionamento ed analisi svolta dal personale del L.A.M. consente l’accertamento di violazioni che possono causare danni o creare situazioni di pericolo per l’ambiente marino e costiero ed attiene ai compiti istituzionali del Corpo delle Capitanerie di Porto. I L.A.M. sono coordinati dal 3° Reparto del Comando Generale e vengono impiegati sull’intero territorio nazionale non solo in seguito ad accordi convenzionali, ma anche su richiesta dei comandi periferici della Guardia Costiera o di iniziativa.

La possibilità di raggiungere in maniera rapida le zone interessate da criticità e di fornire le risultanze analitiche in tempi molto brevi, rende i L.A.M. strumenti adeguati a fornire risposte immediate sullo stato delle acque analizzate, permettendo di individuare la presenza di eventuali inquinamenti causati da sostanze chimiche, organiche e di origine fecale.

L’attività di vigilanza nell’Area Marina Protetta di Regno di Nettuno è stata condotta da una biologa ed un tecnico di laboratorio del L.A.M., unitamente al personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia, diretto dal Tenente di Vascello (CP) Alessio De Angelis. Si è proceduto al prelievo di N. 7 campioni presso i pozzetti fiscali dei sistemi di pre-trattamento dei comuni dell’Isola e sono tutt’ora in corso le determinazioni analitiche.

L’impegno dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Ischia sarà quello di continuare la propria attività di vigilanza e di contrasto ai crimini ambientali ed all’inquinamento, anche al fine di preservare il delicato e prezioso ecosistema marino dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”.

Potrebbe interessarti

Sagra delle alici il 28 luglio a Corricella

PROCIDA – Il 28 luglio si terrà la Sagra delle Alici presso Marina Corricella dalle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *