Procida. “Il pessimismo non costruisce il futuro”

Vincenzo Capezzuto sindaco di ProcidaGentilissimo  Sindaco Vincenzo Capezzuto,

ho appreso la buona notizia. Finalmente nasce un piano di raccolta differenziata che prevede di raccogliere tutto quello che  noi chiamiamo  “Rifiuto”  per differenziarlo e valorizzarlo. La sua ordinanza credo, rappresenti un primo passo, ma ne restano da fare molti e molti ancora. La raccolta differenziata va monitorata momento per momento, inizia nelle case per terminare con il conferimento.

Essa per  poter funzionare va fatta di Giorno” porta a porta , eliminando totalmente tutti cassonetti dalle strade, va istituito un numero verde per accogliere richieste e risolvere problemi.

Il nostro compito è quello di essere al servizio della comunità.

I cittadini vanno informati in modo capillare uno ad uno e certamente non basta una macchina con altoparlante o un manifesto, o l’informazione data sui siti internet e blog. Primo obiettivo è creare consapevolezza e corresponsabilità.

Vanno coinvolte le scuole, le parrocchie, i gruppi di volontariato, associazioni culturali ecc.  Non dimenticare mai che la fretta è cattiva consigliera. Informare e  Coinvolgere i cittadini che sono desiderosi di trasparenza: desiderosi di sapere  dove va la plastica, dove va la carta, il  cartone ecc. Cosa se ne ricava in euro, con quale impurità conferiamo ecc. Una buon amministratore deve sapere che molti dei suoi concittadini va a fare la spesa con la propria borsa nella consapevolezza che i rifiuti vanno ridotti a monte e quindi il sacchetto di mater-bi non possono averlo. I ristoratori non possono conferire l’umido nei sacchetti visto la grande quantità di umido che producono.

Un buon amministratore deve essere attento a quello che accade nel suo territorio, ai gruppi di volontari che vi operano, alle iniziative che essi stanno facendo. Ascoltare è il motto che deve caratterizzare la POLITICA. San Benedetto, affermava: “Un abate deve sempre ascoltare anche il membro più giovane di una comunità, perché grazie all’ispirazione del Signore, è spesso chi è più giovane a sapere che cosa è meglio”.

Un gruppo di famiglie in questi ultimi tempi si è attivato per migliorare il suo conferire. Un bel progetto che  ha tanto interessato e coinvolto molte persone. Perché non ascoltarle e coinvolgerle? E’ necessaria una Unanimità di messaggi. Troppe volte si assiste a messaggi contraddittori che vengono da diversi settori coinvolti nella raccolta. Tale situazione scoraggia il cittadino.

Creare fiducia in un mondo sfiduciato privo di testimoni credibili e sempre più bisognoso di “Vedere”. Diceva Paolo VI: “Il mondo ha bisogno non di Maestri ma di Testimoni”.

Testimoni pronti a rischiare, pronti a fare autocritica, pronti a discutere ed ascoltare  .

Volare alto, Sognare, diffidare dai cattivi consiglieri che vogliono conservare la status quo e che ci raccontano che le cose sono andate sempre così, perciò tutto inutile.

Il pessimismo non costruisce il futuro.

Due secoli fa lo schiavismo era legale, sessantacinque anni fa le donne non avevano il diritto di voto, cinquant’anni fa la segregazione razziale era legale negli Stati Uniti, trenta anni fa la maggioranza degli esseri umani era convinta che masturbarsi  portava alla cecità, undici anni fa in Italia lo stupro era un reato contro la morale e non contro la persona  ecc.

Sappiamo che la strada è lunga. Ma siamo certi che il mondo sta migliorando da secoli.

Nulla è  più debole di un fiocco di neve. Ma sé questo fiocco si unisce agli altri formerà una valanga  e acquisterà una forza tale capace di travolgere ogni ostacolo, una forza capace di disegnare uno scenario nuovo.

Ci auguriamo un Paese coinvolto e protagonista del cambiamento.

Arcangelo Lubrano Lavadera

Presidente Associazione MAIA

Potrebbe interessarti

tekra

Porta in vacanza le buone abitudini.

Ama l’isola delle tue vacanze: fai anche tu la raccolta differenziata. È questo lo slogan …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.