Home > Eventi > ‘L’ORO DEL MARE’ racconta la storia

‘L’ORO DEL MARE’ racconta la storia

PROCIDA – Lunedì 10 giugno apre nel ‘Canale’ una mostra permanente che ha l’ambizione di raccontare in modo assai sintetico la storia di Procida. La mostra “L’ORO DEL MARE” è promossa dall’omonima associazione e patrocinata dal Comune di Procida con l’Arciconfraternita Pio Monte dei Marinai.

Oggetti, costumi, modellini sono prestati da musei e privati e le riproduzioni di quadri inediti costituiscono il filo conduttore del racconto. Si comincia con i navigatori dell’età del ferro e si prosegue con l’influenza islamica e i feudatari del mare per arrivare alle glorie dell’armatoria procidana del sette e dell’ottocento.

La mostra si conclude con le eccellenze marittime d’oggi avvalendosi della consulenza di “Alamari”, l’associazione nazionale dei lavoratori del mare che ha la sua sede centrale proprio sull’isola. Lo spazio messo a disposizione dall’Arciconfraternita Pio Monte dei Marinai è situato nei pressi porto nel cuore di Procida ma purtroppo è davvero esiguo perciò oggetti e quadri hanno dovuto subire una drastica selezione. Così il racconto materiale sarà integrato da un breve video prodotto da ‘Marina di Procida’.

Attraverso la sapiente regia di Renato Muro docente del Centro Sperimentale di Cinematografia il filmato ci conduce attraverso i labirinti marini della storia avventurosa e affascinante dell’isola-città marinara e le animazioni di Martina Lubrano Lavadera si sposano con le belle immagini girate permettendoci di spaziare sulle rotte che hanno determinato gli avvenimenti nei secoli.

Inserito nella parete curva progettata dall’architetto Cesare Buoninconti, scorrono lentamente le foto selezionate da Donatella Pandolfi, animatrice del popolare blog ‘Procida genius loci’ a completare l’idea che abbiamo e dell’isola e delle architetture da tutelare.

Nel 2018, su iniziativa di Elisabetta Montaldo scrittrice, pittrice e premiata costumista e Lena Costagliola di Polidoro, ultima testimone dell’arte del ricamo in oro, si costituisce a Procida l’associazione culturale ‘L’ORO DEL MARE’.

Le due socie fondatrici hanno alle spalle un lavoro decennale di volontariato culturale che ha messo insieme l’esperienza di Elisabetta, con quella di Lena per il recupero dell’abito procidano intessuto con la storia dell’isola. Già nel 2010 un volume e un video sono stati pubblicati e con l’aiuto del Comune di Procida si è realizzato un prototipo identico al modello del costume settecentesco attraverso lunghi studi e complesse ricerche di materiali.

Più di recente si è aperto un laboratorio di restauro per gli abiti antichi gelosamente conservati e si è allestita una piccola mostra estiva (“Un abito racconta…”, 2017.)  

La fondazione de L’ORO DEL MARE, che ha nel suo statuto “il recupero e la valorizzazione delle testimonianze materiali della storia di Procida” è la conclusione naturale di questo percorso come lo è il mini- museo “L’ORO DEL MARE racconta la storia”, una sorta di wunderkammer che spiegherà ai visitatori in che posto speciale vivono, oppure sono appena sbarcati.

Il progetto viene adottato da due importanti istituzioni locali, il Comune di Procida e l’Arciconfraternita Pio Monte dei Marinai, un ente finanziato nel seicento dagli armatori di Procida per tutelare i marittimi e le loro famiglie da infortuni, naufragi e rapimenti.

L’associazione L’ORO DEL MARE ha firmato con loro un protocollo d’intesa, il Pio Monte ha fornito il locale e il Comune diverse facilitazioni. Con il contributo economico di privati e piccole aziende che conoscono e apprezzano l’impegno dei soci, si potrà finalmente varare la nuova navicella che trasporta impegno e bellezza, cultura e identità.

Potrebbe interessarti

Non si è mai troppo piccoli per fare la differenza

Di Michela Taliercio PROCIDA– Oggi, sembra sempre più evidente il fatto che il dare poco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *