Home > procida > OMaggio a Procida – programma 6-7 maggio

OMaggio a Procida – programma 6-7 maggio

Il Comune di Procida, in collaborazione con le scuole dell’isola di ogni ordine e grado, nell’ambito delle iniziative di promozione turistica dell’isola e del suo patrimonio culturale, organizza, dopo il successo dell’ anno scorso, la 2^ edizione di “OMAGGIO A PROCIDA”.

Gli studenti dell’isola saranno artefici di questa iniziativa, collegata al Maggio dei monumenti napoletano, durante i quattro fine settimana del mese. Attraverso una partecipazione attiva, i giovani dell’isola, intendono riappropriarsi della loro storia, della loro cultura e delle loro tradizioni, offrendo sia ai turisti che  agli isolani l’occasione di essere accompagnati lungo un itinerario storico e culturale alla scoperta delle bellezze di Procida. La novità di quest’anno sarà l’inserimento nel percorso delPalazzo D’Avalos, di recente apertura.

Il programma per questo primo  fine settimana è il seguente:

 Il 6 maggio dalle ore 10:00 alle ore 16:00 e il 7 maggio dalle 10:00 alle 14:00  si terranno le visite guidate dei principali monumenti del centro storico guidate dagli studenti dell’ I.I.S.S ITN “F.Caracciolo” – IM “G. da Procida”. I giovani racconteranno storie di palazzi, chiese, vita e tradizioni in un percorso che si articolerà lungo tutto il centro storico. Inoltre il 6 maggio alle ore 11.00 presso la Chiesa Santa Margherita Nuova presentazione della prima Guida di Procida edita dalla Treccani. Saranno presenti gli autori e il direttore della Treccani dott. Romani nonché il sindaco Raimondo Ambrosino e gli assessori Antonio Carannante e Nico Granito.

Questi sono i  7 luoghi storici inclusi nella visita guidata che partirà dalla Marina Grande:

la Marina Grande è il biglietto da visita di Procida, un lungomare sul quale si allineano case dalle tinte pastello con i loro motivi di archi, balconi e logge che testimoniano il sincretismo architettonico mediterraneo.

1 CASALI: Casale Principe Umberto, Casalieddo, Casale Vascello. Risalenti al XVI secolo, si susseguono in viuzze strette e tortuose e passaggi coperti rappresentando un unicum architettonico. Il più importante, il Casale Vascello, è detto anche “Vascello sfondato” per la presenza di due ingressi.

2 SANTA MARIA DELLE GRAZIE: insieme al palazzo De Iorio, domina la piazza dei Martiri. Presenta al suo interno la tela della Madonna delle Grazie arricchita d’oro e d’argento, per volere dei procidani, per ringraziare la Vergine per la liberazione dell’isola dalla peste.

3 MARINA CORRICELLA:  è  il borgo marinaro più antico di Procida. Disposto ad anfiteatro sul mare e circondato dalle reti adagiate sulla banchina, questo piccolo borgo di pescatori è un rifugio tranquillo e seducente per chi predilige le vacanze all’insegna del relax. L’odore di mare, le stradine caratteristiche, la singolare architettura e l’assenza totale di autoveicoli rendono la Corricella un mondo a parte.

Il percorso continuerà nel Centro storico e culturale dell’isola, la Terra Murata, situata sul suo punto più alto, è conosciuta anche come Terra Casata in quanto ha accolto, durante il Medioevo, l’unico nucleo abitativo dell’isola. Particolare la presenza del Palazzo d’Avalos e l’Abbazia di San Michele.

4 SANTA MARGHERITA NUOVA: la costruzione dell’insediamento religioso avvenne nel ‘500 per opera dei domenicani che si trasferirono a causa delle incursioni saracene. La posizione del complesso architettonico è di straordinaria suggestione paesaggistica.

5 PALAZZO D’AVALOS: edificio dominante della Terra Murata, costruito per volere di Innico d’Avalos, fu trasformato nel 1830 in carcere ad opera dei Borbone. Rappresenta la testimonianza della storia politica, militare e urbanistica dell’isola.

6 EX CONSERVATORIO DELLE ORFANE: denominato Palazzo della cultura fu la prima residenza di Giovanni da Procida e ospita la ricostruzione di una tipica abitazione procidana come sarebbe stata la casa di Graziella, protagonista di una tradizione procidana, ispirata all’omonimo romanzo.

7 ABBAZIA DI SAN MICHELE: nucleo religioso e culturale del borgo di Terra Murata, è una fondazione benedettina, tra le chiese più prestigiose del meridione d’Italia. Da non perdere è il tour dei sotterranei con il presepe napoletano e le segrete.

L’organizzazione e la comunicazione sono affidate alle classi terze del liceo scientifico e delle scienze umane del Istituto F.Caracciolo da Procida, nell’ambito del progetto “alternanza scuola-lavoro”.

Invitiamo a prendere parte all’evento, per maggiori informazioni visitare la  pagina Facebook :https://www.facebook.com/OMaggioAProcida2017/?fref=ts

Instagram: https://www.instagram.com/omaggioaprocida_2017/

Contatti:

telefono 0818109258

Potrebbe interessarti

Sanità Procida: Siamo soddisfatti che si parli di ospedale di zona disagiata ma c’è ancora tanto da fare

PROCIDA – Sulle vicende legate alla sanità procidana, dopo gli sviluppi degli ultimi giorni, registriamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *