Home > Ischia > Procida: Approvata la tassa di sbarco

Procida: Approvata la tassa di sbarco

Sarò di euro 1,50 la tassa di sbarco, aggiuntiva al biglietto del traghetto o mezzo veloce, che ogni non residente proveniente da Ischia, Napoli o Pozzuoli sarà chiamato a versare per raggiungere l’isola di Graziella. Questo quanto ha deciso il Consiglio Comunale di Procida, favorevoli il gruppo di Procida Prima” e “La Svolta” astenuti “Insieme per Procida”, nella seduta del 25 giugno 2012. Il compito di riscuotere l’ulteriore balzello, privisto dalla Legge nazionale per integrare i Comuni per le minore entrate statali, sarà affidato alle compagnie di navigazione.

Potrebbe interessarti

Il Consiglio di Stato conferma Fiola alla guida della Camera di Commercio di Napoli

PROCIDA – I giudici del Consiglio di Stato hanno rigettato gli appelli proposti avverso la …

4 commenti

  1. Mariano Cascone

    Il voto favorevole del gruppo de “La Svolta” e del sottoscritto consigliere è stato per assoluto senso di responsabilità circa la sofferenza forte del bilancio comunale. Tra far pagare i cittadini procidani o i turisti (che spesso non portano niente sul territorio, se non una busta di spazzatura in più!) io ho scelto di assumermi la responsabilità di scegliere i secondi. E’ fin troppo facile dire sempre no, più difficile è assumersi delle responsabilità nell’interesse del territorio e dei cittadini.

  2. GEPPINO PUGLIESE

    Trovo assolutamente

    ” SCANDALOSA ” questa decisione del Consiglio Comunale in toto ( l’astensione di Insieme per Procida,è una nullità assoluta ” chi tace acconsente(al paese mio).
    Viviamo una congiuntura economica terribile, la domanda turistica è ai minimi storici ( basta vedere le varie attività che sono state chiuse),e molte sono in vendita,un crollo verticale, vertiginoso,dei consumi e delle presenze sull’isola,centinaia di case sfitte,un prezzo del biglietto per i non residente ” assolutamwente folle “,che ci penalizza fortemente in presenze e consumi.

    E mi capita pure leggere da un consigliere comunale( l’avv. Cascone)che ,addirittura si vanta di essere ” un responsabile “,approvando la delibera,colpevolizzando i turisti che sono ,a mio parere ” sacri ospiti”, di inciviltà( solo a volte),quando dovremmo ” baciare il fondoschiena ” a questi ” Signori ” che ci vengono a visitare.

    ecco ,questi sono i nostri politici procidani……

  3. Mariano Cascone

    Caro Geppino, il mio senso di responsabilità nasce non adesso ma ben 3 anni fa quando ho preferito fare una lista di giovani e persone nuove della politica e non accettare le proposte che a vario titolo ci sono state fatte da ambo le altre liste…a differenza tua che votavi (legittimamente) l’attuale Amministrazione, salvo adesso strapparti le vesti dopo 2 anni di mandato. Sei l’ultima persona che può avanzare critiche all’operato del sottoscritto, che se ritiene giusto perseguire la linea di non tartassare maggiormente i procidani residenti (preferendo una seppur odiosa ma indispensabile tassa sul turismo) non deve di certo dare conto a te. Impara a scegliere la prossima volta, perchè di “pentiti” lamentosi del giorno dopo ne ho francamente piene le balle.

  4. Geppino Pugliese

    Sono costretto

    a rispondere,non volendo, a Cascone.Io non sono un pentito di un bel niente,non me ne frega niente se ho votato questa Amm.ne.Se l’ho fatto è perchè ritenevo il candidato Sindaco Capezzuto certamente migliore,almeno per me, dell’altro.
    Detto ciò.aver votato per l’uno o l’altro non invalida la mia facoltà di esprimere la mia opinione sugli argomenti del giorno.

    E giudico gravissimo questo atto del Consiglio Comunale,in toto.Non mi riferivo solo alla Sua decisione,avv. Cascone,ma a tutto il consesso comunale,senza salvare nessuno.
    Io cerco di esprimere solo una mia opinione: il diritto di critica per un cittadino è pienamente legittimo,trovo,altresì, assolutamente fuori luogo (per non usare un termine più appropriato….)la pretesa assurda che io non possa criticare dei personaggi pubblici. la trovo molto risibile questa insinuazione nei miei confronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *