Home > procida > sport > Procida, arrivano i primi tre punti

Procida, arrivano i primi tre punti

Isola di Procida Calciodi MARIO LUBRANO LAVADERA

ISOLA DI PROCIDA 3 – 0 CAMPANIA PONTICELLI

ISOLA DI PROCIDA: Bardet 6, Attore 6, Cerase 6,5, Minauda 6, Vallefuoco 7,5, Fiorillo 7, Muro 6 (24’ s.t. Quaranta 7,5), Gaveglia 6,5, Cifani 6, Cibelli 6,5, Costagliola A. 6,5 (30’ s.t. Costagliola L. 6). (In panchina Scotto di Marrazzo, Rivetti, Lubrano M., Strazzulli, Petricciuolo) All. Lubrano Lavadera Biagio 7

CAMPANIA PONTICELLI: Manzella 6, Marino 5,5, Renna 5,5, Zolfo 5,5, Di Donna 5,5, Incarnato 6, Manco 6, Marigliano 6, Coronella 5 (30’ s.t. Rossi s.v.), Mattioli 5, Gialluccio 5 (12’ s.t. Bevo 6). (In panchina Mazzola, Damiano, Signorelli, Raimo, Borrelli) All. Masecchia Giovanni 5,5

ARBITRO: Panariello Antonio di Torre del Greco 5,5 (ass. Borrelli Paolo di Ercolano e Palomba Giuseppe di Torre del Greco)

RETI: 13’ s.t. Vallefuoco, 42’ s.t. Quaranta, 50’ s.t. Quaranta

NOTE: calci d’angolo 5-5. Ammoniti Minauda (P), Manco (C). Durata p.t. 46’, durata s.t. 50’. Spettatori 300 circa.

Buona la prima per il Procida che, per la prima volta in cinque anni di Eccellenza, vince all’esordio rifilando un tris micidiale al Campania Ponticelli. Risultato senza storia allo “Spinetti”, forse troppo largo rispetto ai valori mostrati in campo dalle due squadre, ma alla fine ha vinto senza alcun dubbio la compagine che ha meritato di più. Inizia alla grande, quindi, l’avventura di Biagio Lubrano sulla panchina biancorossa, nonostante le importanti assenze del centrocampista Aprile e del terzino Liccardo. Il tecnico isolano pesca dal cilindro la carta Gaetano Cerase, piccolo terzino classe 1997, risultato alla fine tra i migliori in campo. Attore, Fiorillo e Vallefuoco completano il pacchetto difensivo davanti a Bardet con Minauda e Gaveglia ad agire davanti alla difesa. Muro e Cibelli sono i due esterni a supporto delle punte che sono Cifani e capitan Tony Costagliola. Dopo i tanti problemi societari il Ponticelli è riuscito a ricompattarsi negli ultimi giorni ritrovando alcuni calciatori importanti ma perdendo, paradossalmente, l’unico big che aveva partecipato alla trasferta di coppa a Forio, Marco Mazzeo. In attacco Manco e Mattioli accompagnano l’under Coronella mentre a centrocampo l’esperienza di Zolfo e Marigliano è accompagnata dal giovane Gialluccio. Difesa inesperta per Masecchia con Marino, Incarnato, Di Donna e Renna.

LA PARTITA – Parte bene la squadra ospite che al 7’ ci prova con un colpo di testa di Mattioli su un cross dalla destra di Manco: la palla finisce però alta sopra la traversa. All’11’ Marigliano pesca Manco sulla corsa, l’esterno napoletano sfugge a Cerase e prova il diagonale di destro trovando pronta l’opposizione di Bardet con i pugni. Buon Ponticelli nei primi venticinque minuti ma il Procida sfiora il vantaggio al 26’ quando Cibelli calcia un bolide dai 25 metri che colpisce clamorosamente la traversa. Quest’occasione scuote i biancorossi che da questo momento in poi gestiranno benissimo la gara. Al 27’ Costagliola pesca bene Muro sul secondo palo ma la deviazione dell’esterno biancorosso termina a lato. Al 41’ ci prova dall’altro lato Marigliano con un tiro a volo che termina non lontano dalla porta di Bardet. Al 44’ bel lancio di Gaveglia a pescare Costagliola che all’ingresso in area prova il diagonale di destro, respinto bene da Manzella. Nella ripresa c’è soltanto una squadra in campo con il Ponticelli che paga i problemi societari e i pochi allenamenti effettuati in settimana. Al 13’ si sblocca il punteggio: Cibelli calcia un corner dalla sinistra, Vallefuoco svetta più in alto di tutti ed insacca di testa. Secondo gol in altrettante apparizioni ufficiali per il difensore biancorosso, subito molto prolifico in quest’inizio di stagione. La reazione napoletana giunge soltanto al 27’: Manco supera Cerase in dribbling e sfiora il palo con un bel diagonale di destro. Al 42’ micidiale contropiede del Procida: Minauda lancia Lorenzo Costagliola che supera due uomini e serve Ciro Quaranta, abile ad infilare la palla nell’angolo opposto con un bellissimo tiro a giro. Grande contropiede rifinito e finalizzato dai due calciatori entrati nella panchina con Quaranta che si ripete al 95’. Questa volta il fantasista biancorosso triangola a meraviglia con Cibelli ed insacca con un diagonale di sinistro per il tris dei biancorossi. Buona la prima per il Procida che non vinceva da cinque anni all’esordio in campionato (2-1 all’Ortese in Promozione con Citarelli in panchina). I biancorossi trovano i primi tre punti ed ora affronteranno con maggiore fiducia la settimana che li vedrà impegnati nella gara di coppa contro il Casalnuovo e poi nella bellissima trasferta in casa della Turris.

Potrebbe interessarti

“Stelle su Procida”: Del Prete, Gragnaniello e Sannino in concerto in piazza Marina Grande

PROCIDA – Questa sera, nella suggestiva e spettacolare cornice di piazza Marina Grande, serata finale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *