Procida. Citarelli: “di più no potevamo fare”

Il Procida perde la fi nalissima ma esce dal “Giraud” tra gli applausi.
A fine gara sui volti del presidente Luigi Muro e il d.g. Nicola Crisano si legge tutto l’orgoglio di chi ha sfi orato il grande traguardo così come la delusione di chi ha perso la coppa all’ultimo atto. «L’Ippogrifo ha meritato di vincere giocando una grande finale – dice con onestà il patron Muro – ma noi abbiamo disputato una partita orgogliosa, mettendo in campo tutto quel che avevamo. Per me e Nicola – dice indicando Crisano – è già una grande soddisfazione aver portato una realtà piccola come quella di Procida tanto in alto. Non bisogna dimenticare che siamo partiti dalla 2a Categoria, facendo tanti sacrifici. In futuro vedremo di fare ancora meglio ». Poi la parola passa al d.g. « Onore ai vincitori – è l’incipit di un Crisano visibilmente provato . A me dispiace solo che il Procida sia arrivato all’appuntamento con la storia con qualche assenza di troppo. Sapevamo che sarebbe stata dura, ma ce la siamo giocata fino in fondo. Ora ci concentreremo sul campionato, dove se è vero che siamo ancora al limite dei play-out, è vero anche che la zona play-off non è lontanissima.
Dovremo interpretare ogni gara come una fi nale, ma possiamo ancora dire la nostra». A fine gara anche Mimmo Citarelli, che ieri festeggiava la sua terza finale, aveva detto la sua su una partita che sperava potesse avere un esito diverso: « Di più non potevamo proprio fare – dice, quasi a volersi scusare con quanti credevano nell’impresa -. In questa fi nale hanno pesato tanto le assenze; così come fondamentale è stato l’episodio dell’1-0, che ha cambiato la gara. Eppure sul 2-1, con un po’ di fortuna potevamo quasi rimetterla in piedi… ».
[Mediapress]

Potrebbe interessarti

306211 procida calcio

Il Procida calcio non cede il titolo e punta al ripescaggio

(c.s.) In merito a quanto scritto su alcuni portali regionali, la società dell’Isola di Procida …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.