AQUILA


Non ti crucciar, voce del deserto
pugnator loquace di battaglie disperate
ergiti a difensor di riti antichi, di memorie
che come nebbie al sol vanno scemando.
Un popolo pauroso ti ascolta ma non
ti segue e mai troverà il coraggio.
Impavido non temi ostacoli, ne derisioni
le sconfitte non esistono, ma le libere
parole son semi di libertà e di coerenza
Il vero vincitore del vincitor è colui
che segue con fedeltà il cavalier sconfitto !!!!!!
Chi esprime liberamente le proprie idee
merita rispetto, anche se non si accettano.
Passero solitario o aquila che raramente
scende al suolo ove razzolano galli che
della spazzatura ne fanno regno.
Tu vola alto e colpisci, arguto sia sempre
il tuo pensiero libero come il gabbiano
senza padrone e mai servo.
Riposa il tuo pensiero solo su picchi arditi
pronto a colpir.
A. Cammino

Potrebbe interessarti

socrate

Procida: Filosofia tra crisi e speranza (6)

di Michele Romano  La ricerca filosofica appassiona intensamente perché fa sentire quel tanto di disagio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.