mare tempesta navi ferme
mare tempesta navi ferme

Ischia: il mare in tempesta blocca il traffico marino. I pendolari costretti a ripararsi nella fatiscente biglietteria


di Gennaro Savio

Un fortissimo vento di scirocco proveniente da sud-est si sta abbattendo in queste ore nel Golfo di Napoli. Particolarmente spettacolari le immagini che abbiamo realizzato a Ischia Ponte dove il mare in tempesta, a causa della decennale mancanza di scogliere a difesa dell’abitato, ha letteralmente invaso il piazzale Aragonese. Fa impressione vedere le onde che si infrangono sui muri dei palazzi, le panchine che galleggiano sull’acqua del mare e le barche presenti sul piazzale delle Alghe spostatesi come foglie al vento. Il mare forza 6 tiene ancorati nei porti dell’isola d’Ischia navi e aliscafi. Inevitabili i disagi per i pendolari assiepati in centinaia all’interno della biglietteria di porto d’Ischia al piano terra del Palazzo D’Ambra da troppi anni abbandonato al suo destino di degrado. E così quello che dovrebbe rappresentare il biglietto da visita per i turisti che giungono sull’isola Verde e un luogo confortevole per i pendolari che attendono la partenza delle navi, rappresenta un terminal fatiscente e pericoloso. Mattonelle divelte, dissesto, buche larghe e profonde rappresentano un serio pericolo per l’incolumità degli utenti del mare che si recano nelle biglietterie ischitane.

E a nulla sino ad oggi sono servite le nostre puntuali denunce giornalistiche visto che l’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Giosi Ferrandino non si è ancora decisa a dare dignità a quello che dovrebbe rappresentare un salotto accogliente e non un luogo simile a quelli che si trovano nelle peggiori periferie dell’hinterland della Terraferma.

Potrebbe interessarti

La Chiesa e la mancanza di vocazioni

Di Giacomo Retaggio Qualche giorno fa mi giunse un messaggio di don Vincenzo Vicidomini, parroco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.