Procida. Bisogna dare notizie alle famiglie dei marittimi.

Sulla vicenda della petroliera battente bandiera italiana “Savina Caylyn”, in mano ai pirati da oltre 3 mesi ed a bordo della quale ci sono cinque marittimi italiani di cui Lubrano e Guadascione di Procida, registriamo l’intervento dell’On. Luisa Bossa, deputata del Partito Democratico. “Il Governo non può continuare a tacere, dia una risposta e qualche notizia alle famiglie, che sono angosciate. Ci sono famiglie spaventate da questo silenziodice la deputata napoletana a cui bisogna dire qualcosa”.

L’on. Bossa ha presentato, a questo proposito, una interrogazione al Ministro degli esteri Frattini, ed è intervenuta in aula a Montecitorio l’altro giorno per tornare a segnalare il caso.

“Nell’interrogazione continua la deputata napoletanachiedo al Ministro se, come e con quali risultati il Ministero degli affari esteri abbia attivato i canali diplomatici a sua disposizione per intervenire sul caso in questione, e quali iniziative, compatibilmente con l’ovvia riservatezza, si intendano assumere per la soluzione della delicata vicenda”.

“Si tratta, sì – conclude l’on. Bossa -, di una questione di grande delicatezza, su cui sono necessarie cautela e riservatezza, ma su cui, tuttavia, il Governo non può tacere. Vi sono famiglie preoccupate, in tensione e in attesa, che chiedono di capire come si sta muovendo il Governo”.

Potrebbe interessarti

Procida, Ischia e Capri Mobile – Tre isole in un Click.

Riceviamo e pubblichiamo Le isole del golfo di Napoli sempre  a portata di mano. Questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.