Procida. Come vola il tempo! E’ passato un anno dalle elezioni Comunali.

di Mariano Cascone

Una campagna elettorale bella e intensa, fatta di sogni, speranze ma soprattutto responsabilità; prima fra tutte quella di rendere onore a quel 12% di elettori procidani che col loro voto hanno creduto nel messaggio di cambiamento incarnato dagli uomini, donne e giovani candidati nella lista “La Svolta” cui ho avuto l’onore di esserne il candidato Sindaco. Candidarsi alle elezioni amministrative in una realtà piccola ma complessa come la nostra ha ben poco a che fare con la politica, parola che sempre più sta diventando difficile da riempire con qualche significato che abbia un minimo senso pratico.Ad ogni livello cresce sempre più la consapevolezza che a darle un dignitoso senso siano unicamente i candidati, con la propria storia, competenza e credibilità, al di la degli acronimi ed appellativi simpatici ed originali dei vari contenitori partitici.

  • La ferma volontà del più che amico Salvatore Costagliola di aver messo insieme una lista di donne e giovani, scegliendo la mia persona quale candidato a Sindaco, ha senza dubbio rappresentato una lezione di stile, disinteresse e coerenza che resterà a lungo nella storia politica della nostra isola. Aveva tutto da perdere e poteva benissimo cedere alle numerose lusinghe ricevute da tutte le parti, ma coraggiosamente ha deciso di puntare sul serio al cambiamento, ed il risultato della nostra lista (premiata contro tutto e tutti dal 12% degli elettori e da 1 seggio in Consiglio Comunale) dimostra la bontà della suo progetto, che forse in un contesto meno inquinato dalle clientele e dal conservatorismo spinto di chi ha preferito tutelare il proprio piccolo interesse, avrebbe senza dubbio avuto un esito ben diverso…ma questo è stato solo l’inizio di un percorso che guarda lontano e che di certo non mancherà di prossime sorprese. Gli elettori procidani hanno deciso di mettermi all’opposizione, ed io ho accettato con grande responsabilità questo delicato ruolo di controllo, con l’entusiasmo di chi per la prima volta è chiamato ad essere classe dirigente della propria comunità. Facendo appello alla serietà e responsabilità, valori che tento sempre di mettere in ogni cosa che decido di fare nella mia vita, tenterò di fare una opposizione costruttiva per i 4 anni (?) che ci separano dalle prossime elezioni, ed i risultati conseguiti in questi primi 12 mesi ne sono prova e garanzia.
  • Non ho mai saltato una seduta del Consiglio Comunale; a differenza di molti altri colleghi (soprattutto di maggioranza) che dopo le elezioni non ho avuto più il piacere di rivedere nemmeno per sbaglio..;
  • “La Svolta” è stato il Gruppo che ha presentato il maggior numero di Interrogazioni consiliari (nonostante l’altro gruppo di opposizione abbia ben 6 consiglieri in più);
  • Lo stesso dicasi per le Mozioni consiliari, di cui una sull’associazionismo locale ed un’altra di grande importanza sulla legittimità del Parco Marino “Regno di Nettuno”, questione che grazie alla mia determinazione è arrivata direttamente sul tavolo del Ministro Prestigiacomo per una interpretazione autentica dei profili di illegalità da me sollevati, i cui esiti sono imprevedibili;
  • Non ricopro alcun incarico extra da Consigliere Comunale, avendo anzi votato i candidati presentati dall’altro gruppo di opposizione (esclusa la Commissione Trasparenza) come gesto distensivo e di disponibilità ad un dialogo serio che vada oltre i toni usati nei miei confronti da alcuni loro candidati e supporter in campagna elettorale;

Nonostante questa mole di risultati e numeri, che nei prossimi 4 anni (?) aumenteranno in termini non solo quantitativi, qualcuno come al solito si diverte a seminare, com’è prassi dalle nostre parti, le solite bugie ed il consueto fango, interpretando la mia collaborazione col partito del Presidente Casini (UDC), di recente pubblicizzata dalla stampa provinciale, come un avvicinamento o addirittura un vero e proprio passaggio in maggioranza con posto garantito nella giunta Capezzuto..!!! I maligni vedono come suggello di tale interpretazione malata il fatto che l’Assessore Fabrizio Borgogna abbia aderito all’UDC nelle passate settimane (fatto vero ed avvenuto alla presenza mia e dell’On. Ciro Alfano presso la sede provinciale del partito), elaborando tale circostanza come un “effetto traino” del sottoscritto nelle grazie del Sindaco Capezzuto…! Nulla di più FALSO.

Andiamo con ordine: già l’anno scorso, nel pieno della chiusura delle liste elettorali, il sottoscritto e Salvatore Costagliola incontrammo il Commissario provinciale dell’UDC Alfano presso i suoi uffici in Napoli. Ciro si entusiasmò al progetto messo in campo da Salvatore e decise di appoggiarci, sostenendo anche alcune nostri candidati e dimostrando, a differenza di tanti altri politici navigati conosciuti nella mia carriera politica, di puntare sul serio sulle persone e su un ragionamento in prospettiva invece che alla gestione amministrativa. Ciò è dimostrato anche dal fatto che numerosi furono i solleciti da lui avuti da diversi esponenti politici procidani delle altre liste, che chiedevano di abbandonare il progetto de “La Svolta” a loro favore, ma la correttezza dell’uomo e la sua fiducia nei confronti miei e di Salvatore fu garanzia di coerenza, e di questo lo ringrazio pubblicamente.

Restò chiaro e palese che in ogni caso la nostra lista rimaneva un movimento civico e trasversale, in cui confluirono diverse esperienze politiche e personali, ma con l’intesa tra me e Ciro di aderire al partito del Presidente Casini in un momento successivo alle elezioni, senza che il mio personale percorso politico implicasse alcunché circa il ruolo e la missione del gruppo de “La Svolta” dovesse avere a Procida, così come poi è stato.

D’altronde sarei un sincero “fesso” se in questo momento, come insinuano i maligni, alterassi la mia collocazione politica consiliare, non solo in termini di etica e coerenza personale ma anche in chiave puramente politica. Infatti, se lo scopo del mio impegno amministrativo fosse stato quello di ambire alla cosiddetta poltrona, ben avrei potuto accettare le numerose ed allettanti lusinghe che da tutte le parti sono piovute per me e per Salvatore Costagliola l’anno scorso prima della presentazione delle liste elettorali…e mi fermo qui.

Questo tanto per chiarire per bene, e mi auguro in via definitiva, agli “strateghi” della politica procidana che il sottoscritto PER IL RISPETTO DI TUTTI E PER VOLONTA’ DI TUTTI NOI resterà fino alla fine del mandato politico ricevuto dagli elettori al proprio posto, cercando di svolgere il delicato ruolo di oppositore sempre ed unicamente nell’esclusivo interesse della popolazione procidana, perché il motivo della nostra lista era governare non fare la minoranza. La collaborazione politica con questo o quel partito nulla ha a che vedere con le dinamiche locali, ed il fatto che l’amico Fabrizio Borgogna abbia deciso di sposare il progetto politico moderato di Casini (comunque dopo la mia adesione, che è quindi precedente alla sua) non comporta alcun “cambio” di posizione né da parte mia né da parte sua, ma può rappresentare unicamente una opportunità in più per il nostro territorio.

L’importante che i ruoli siano chiari e che i grilli parlanti siano smentiti nei loro tentativi di far passare concetti ed interpretazioni tendenziose e pagnottiste…con me hanno proprio sbagliato persona!

Mariano Cascone

Potrebbe interessarti

Procida, Ischia e Capri Mobile – Tre isole in un Click.

Riceviamo e pubblichiamo Le isole del golfo di Napoli sempre  a portata di mano. Questo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.