nicola pellecchia 2
nicola pellecchia 2

Procida: Oggi l’isola si è svegliata più povera

nicola pellecchia 2di Michele Romano

Oggi l’isola di Procida si è svegliata più povera. Ci ha lasciato una persona eccezionale che, sebbene non nativa del luogo, si è talmente radicata sul territorio tanto da costituire una figura fondamentale per la crescita sociale, politica ed economica della nostra cittadina. In tale senso come non ricordare la sua capacità nel dare dignità e sostanza ad una categoria fondamentale dell’economia locale, quella della pesca nel momento più buio e critico della propria attività.

Ma Nicola Pellecchia, per me, che ho avuto l’onore di indirizzarlo allo studio del latino e della filosofia dall’età di 14 anni, va ben oltre gli ignoti confini della nostra terra. Infatti con il suo sguardo tenero, per usare le parole di Papa Francesco, del fanciullo pregnante di intelligenza viva, di acutezza, di profondità e di pienezza d’amore verso gli altri, ha attraversato il cuore delle tenebre della vita per poter incarnare il senso di chi tende alla dimensione di un sogno utopico: una comunità universale composta interamente da persone libere, giuste e fraterne.

E questa utopia resterà per sempre la fiaccola vivente del carissimo Nicki.

Le esequie si terranno oggi alle 14,30 presso la chiesa di SS. Maria della Pietà e San Giovanni Battista.

Potrebbe interessarti

Copertina Retaggio e1533792106336

“Procidani si nasce ed io lo nacqui” di Giacomo Retaggio. Questa sera al Marina di Procida

PROCIDA – “Procidani si nasce ed io lo nacqui” così, in questa calda estate del …

Un commento

  1. Addio amico mio, ti porterò sempre con me..grazie di cuore per ciò che mi hai dato, parlare con te era qualcosa di unico..non dimenticherò mai quelle lunghe traversate insieme sul traghetto….tvb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.