Home > Procida: Sacerdoti e operatori del culto appiedati.

Procida: Sacerdoti e operatori del culto appiedati.

A Procida, nei 15 comandamenti dell’ordinanza sindacale che regola il traffico di auto e motoveicoli durante la stagione estiva, quest’anno, tra coloro che sono esentati dal divieto di circolazione, non figurano i sacerdoti e gli operatori di culto. Questa l’atroce “scoperta” che Domenico Ambrosino porta all’attenzione dei lettori dalle pagine de “Il Mattino”. Lo scorso anno, insieme ai potenti commercianti, agli umili pescatori che vanno a pescare di notte, ai medici, alle forze dell’ordine etc., i preti c’erano, eccome! “Devono essere pronti alla cura delle anime, in qualsiasi momento” – era la parola d’ordine che circolava nei corridoi del Municipio. “Specie in casi urgenti, per portare l’estrema unzione che accompagna l’ultima fase del viaggio terreno, i preti devono poter correre, in motorino o in auto, per adempiere il sacro ufficio”. In verità, anche quest’anno, nella prima stesura dell’ordinanza blocca traffico, i sacerdoti figuravano ancora tra le categorie facenti eccezione agli obblighi del divieto. Poi, improvvisamente, nella redazione finale del provvedimento, andato in vigore, il 29 luglio, essi sono stati cancellati. Non si capisce il motivo. Alcuni dicono che è stato un mero errore di trascrizione, una dimenticanza burocratica; altri sostengono che è un segnale della coscienza laica del neo sindaco Capezzuto rispetto al cattolicissimo ex sindaco Lubrano; altri ancora fanno risalire l’esclusione all’intransigenza del comandante della Polizia Urbana Trotta che voleva un’ordinanza più rigida e che, invece, si è dovuto arrendere a fronte dei reclami dei commercianti che hanno fatto breccia nella sensibilità degli amministratori. Il cap. Sabia, consigliere delegato al culto, ha suggerito la classica mediazione: i sacerdoti chiedano un “permesso” di circolazione che gli sarà concesso!”. Il comandante della P.U. Trotta tuona: “Nessun permesso! In caso di Estrema Unzione, non c’è bisogno! Accorrano pure in auto o in motorino. Non saranno multati”!

Potrebbe interessarti

Mobilità e divieti, si riaccende la discussione

PROCIDA – Così Come ogni anno, da oramai oltre un trentennio, quando le belle giornate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *