Procida. 4 donne per ricamare la Storia

(fonte procidamia.it)
Una piccola pattuglia di artistiche donne a guardia di una tradizione, guidate da un dolce generale, Elisabetta Montaldo, hanno realizzato il nuovo vestito di Graziella, ricamando con ago e filo il volto della nostra Storia. La signora Melina De Giglio commenta così quest’esperienza: “Sono stata contenta di aver avuto questo incarico, è stato molto  piacevole ma faticoso, avendo io una certa età. L’ho fatto per Procida, per lasciare un mio ricordo ai procidani.” Prosegue Lena Costagliola: “Questa esperienza del vestito mi ha arricchita culturalmente: ho conosciuto tante cose che neanche sapevo.
Grazie ad Elisabetta ho eseguito il ricamo in oro del corpetto. C’è voluta tanta pazienza e molte ore di intenso lavoro, e mi sento onorata di essere stata chiamata a eseguire i preziosi ricami:”.
La signora Maria  Capezzuto infine dice: “Ho provato una grande emozione a cucire il vestito a mano, senza macchina, e mi sono sentita catapultata nel passato, ed ho rivissuto la stessa esperienza delle antiche sarte procidane. Riscoprivo i grandi valori di  ieri, la cultura che ha impreziosito la nostra isola e spero tanto che Procida possa conservare questo patrimonio che è il costume antico, molto bello e significativo per le nuove generazioni.”

Potrebbe interessarti

Federconsumatori Campania ha incontrato il Sindaco di Procida relativamente ai rimborsi dell’IVA applicata su TARSU – TIA

Martedì 24 aprile il Sindaco di Procida, Vincenzo Capezzuto ha incontrato il Presidente regionale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.