Home > disagi > Ischia: corse della navi sospese, seconda notte di protesta sui porti di Ischia e Casamicciola

Ischia: corse della navi sospese, seconda notte di protesta sui porti di Ischia e Casamicciola


Vento, pioggia, freddo e grandine non hanno fermato la protesta degli autotrasportatori dell’isola d’Ischia che sul porto d’Ischia hanno trascorso la seconda notte all’addiaccio per protestare contro la vergognosa soppressione di alcune corse regionali notturne delle navi, soppressione che oltre a limitare il diritto alla mobilità e alla continuità territoriale degli isolani, penalizza oltremodo gli operatori del settore ittico ed ortofrutticolo che quotidianamente si recano in Terraferma per rifornire di meri i loro esercizi commerciali. Giovanni Lombardi, uno dei rappresentanti dell’ATEC ha sottolineato che la loro battaglia è in difesa del diritto alla mobilità di tutti gli isolani. Intanto la regione si è detta disponibile a far ripristinare le corse notturne facendo, però, sopprimere due corse pomeridiane. Questa proposta ufficiosa ma ripresa da dagli organi di informazione, sta creando forti malumori tra i pendolari che già nel tempo si sono visti ridurre alcune corse dà e per la terraferma. A tal proposito Lombardi ha fatto sapere di condividere la linea di alcuni sindaci isolani che hanno espresso parere negativo alla proposta avanzata dalla regione. Intanto coi traghetti camion di merci praticamente non ne arrivano, a sbarcare ci sono solo auto, passeggeri e Gazzelle della Polizia e gli autotrasportatori in protesta sono stati identificati dalle Forze dell’Ordine. Domenico Savio, Segretario generale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista nel condannare con forza la paventata ipotesi di sopprimere delle corse pomeridiane delle navi, in una nota ha solidarizzato con la lotta in corso sui porti di Ischia e Casamicciola affermando ancora una volta: “che la battaglia in corso non si limiti solo al ripristino delle corse notturne soppresse ma che possa assumere un significato più ampio a difesa del diritto al trasporto degli isolani”.

Potrebbe interessarti

“L’isola che non isola”: prendiamo atto della disponibilità della CAREMAR ma esprimiamo alcune “perplessità”

PROCIDA – Trasporti marittimi sempre al centro della discussione politica e non solo. Dopo che, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *