Home > procida > Trasporti Ischia e Procida, situazione drammatica

Trasporti Ischia e Procida, situazione drammatica

traporto pubblicoIl Comitato per il diritto alla mobilità ed alla continuità territoriale invita tutti i cittadini ad una Assemblea pubblica che si terrà il 7 febbraio alle ore 1600 nella sala Conferenze del bar Calise nella Pineta d’Ischia. Due sentenze, del Consiglio di Stato del 22 dic. 2014 e del Tar Campania del 29 dic. 2014, hanno dominato la scena politico-istituzionale sui trasporti di fine anno 2014:

La prima – quella del Consiglio di Stato relativamente alla gara per la privatizzazione della Caremar e per essa relativamente ai lavori della Commissione, in contrasto con le riflessioni molto dure dell’Autorità nazionale Anticorruzione del 14 ottobre 2014 – consegna la società regionale all’ATI SNAV/RIFIM ;  ma nulla si muove in tale direzione anche perché il Tar Campania ancora non si è espresso sui ricorsi dell’Autmare e dei Sindaci di Capri, Anacapri e Forio contro la privatizzazione che oltretutto è in contrasto con la volontà  del Consiglio regionale espressa nella legge finanziaria del  2009, mai revocata;

La seconda – quella del TAR Campania  del 29 dic. 2014 contro gli esiti della gara per i servizi OSP al di fuori di Caremar  – annulla i due lotti di gara posti in essere  dalla Regione ( uno per Ischia e Procida ed uno per Capri ), con gli atti a loro sostegno;

A ciò si aggiunge per i trasporti terrestri un’incertezza sul dopo EAV Bus che nulla promette di nuovo se non l’aggravarsi della situazione nei prossimi giorni se dovessero venire meno le promesse fatte dall’Ass. Vetrella  nell’incontro in sede Comunale a Casamicciola T.

La situazione a dir poco si presenta drammatica ed ancora una volta, per errori regionali, siamo nel caos più completo anche  l’arroganza ed i vuoti regionali a consolidano sempre più il dominio dei privati la cui presenza sicuramente essenziale non può certamente essere legittimata al di fuori di regole certe di cui alla legge 3/2002 e delle disposizioni della Commissione Europea.

Potrebbe interessarti

TRASPORTO MARITTIMI PER I DISABILI. DOPO LA CHIAMATA IN GIUDIZIO INTERVIENE BORRELLI E CHIEDE CHE LA CAREMAR VENGA CONVOCATA IN REGIONE

PROCIDA  –Barriere per i disabili nel trasporto marittimo nel Golfo di Napoli. Borrelli. Inaccettabile discriminazione. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *